Telecamere di sicurezza per la prevenzione degli incidenti sul posto di lavoro

Le telecamere di sicurezza sono uno strumento essenziale per la prevenzione degli incidenti sul posto di lavoro. Con una maggiore attenzione sulla sicurezza sul lavoro, aziende di tutte le dimensioni stanno implementando soluzioni di sorveglianza video per diminuire i rischi di incidenti e ottenere una maggiore visibilità sulle attività lavorative.

L’importanza delle telecamere di sicurezza nei posti di lavoro

Gli incidenti sul lavoro possono avere conseguenze tragiche per i dipendenti, i datori di lavoro e la società in generale. La prevenzione degli incidenti deve essere al centro delle politiche degli ambienti di lavoro ma spesso è impossibile evitarli.

In questi casi le telecamere di sicurezza sono un aiuto importante per la sicurezza all’interno dell’ambiente lavorativo. Esse sono in grado di catturare e registrare attività sospette o pericolose lungo le linee di produzione e sulle aree di lavoro. In caso di incidenti o problemi sul posto di lavoro, le telecamere forniscono prove utili per le indagini di sicurezza e per la ricerca delle cause degli incidenti e delle violazioni.

Sicurezza non solo per i dipendenti

Inoltre, queste soluzioni video consentono al team di sicurezza di monitorare l’uso degli strumenti, dei macchinari e delle attrezzature di lavoro, al fine di evitare incidenti o guasti dei macchinari. Grazie a questo, le telecamere di sicurezza possono essere utilizzate anche per la manutenzione preventiva dei dispositivi di lavoro.

Le telecamere di sorveglianza possono anche essere utilizzate per monitorare le entrate e le uscite degli edifici e dei parcheggi dei dipendenti. Ciò rende più facile per i datori di lavoro identificare attività sospette, come il furto o l’accesso non autorizzato, nonché monitorare gli accessi degli operatori e garantire fiscalità nell’organizzazione del personale.

Controllare la produzione

Inoltre, le telecamere di sicurezza sono utilizzate per monitorare le attività di produzione, in cui è necessario osservare con attenzione l’utilizzo delle attrezzature al fine di evitare incidenti e guasti delle macchine. Le telecamere di sicurezza sono anche utilizzate per monitorare le attività dei dipendenti per garantire la qualità del lavoro e valutare le prestazioni dei dipendenti.Le telecamere di sicurezza hanno un ruolo critico nella prevenzione degli incidenti sul posto di lavoro. Grazie a esse, è possibile garantire la sicurezza dei dipendenti durante la realizzazione delle attività quotidiane, permettendo di evitare incidenti e garantire la loro salute e sicurezza sul lavoro.

La sicurezza negli edifici pubblici: come assicurarla

La sicurezza negli edifici pubblici è un tema di grande importanza, poiché questi luoghi ospitano molte persone ogni giorno ed è importante assicurare la loro protezione. Ci sono diverse misure che si possono adottare per migliorare la sicurezza e prevenire incidenti.

 

Sicurezza negli edifici pubblici: avere le idee chiare

 

Innanzitutto, è importante avere un piano di sicurezza ben definito per ogni edificio. Questo piano dovrebbe prevedere diverse azioni da intraprendere in caso di emergenza, come ad esempio l’evacuazione degli occupanti e il soccorso ai feriti. Inoltre, il personale dell’edificio dovrebbe essere addestrato a seguire questo piano e a rispondere efficacemente in caso di emergenza.

 

Un’altra misura importante è l’installazione di sistemi di sicurezza, come telecamere di sorveglianza e allarmi antincendio. Questi sistemi possono aiutare a prevenire incidenti e a rilevare eventuali problemi in tempo reale. Inoltre, i sistemi di sicurezza dovrebbero essere regolarmente controllati e manutenuti per assicurare la loro efficienza.

 

Efficacia e sicurezza

 

È anche importante avere un sistema di controllo degli accessi efficace. Ciò significa che l’ingresso all’edificio deve essere limitato solo alle persone autorizzate. Ciò può essere ottenuto tramite l’uso di chiavi, badge o codici di accesso. In questo modo, si può prevenire l’ingresso di persone non autorizzate nell’edificio, riducendo il rischio di atti di vandalismo, furti e altro.

 

Inoltre, la sicurezza delle infrastrutture dell’edificio deve essere presa in considerazione. Ciò significa che i materiali dell’edificio e le installazioni devono essere resistenti e sicuri. Nell’edilizia pubblica, la sicurezza degli edifici è solitamente garantita da rigorosi controlli di qualità e le ispezioni periodiche da parte delle autorità competenti.

 

Quando la tecnologia non basta

 

Il coinvolgimento della comunità è fondamentale per assicurare la sicurezza negli edifici pubblici. Ciò può essere fatto attraverso campagne di sensibilizzazione che incoraggiano le persone a segnalare eventuali problemi di sicurezza. Inoltre, la partecipazione della comunità alle attività di sorveglianza e di prevenzione degli incidenti può contribuire a una maggiore sicurezza nell’edificio.

 

La sicurezza negli edifici pubblici è un tema di grande importanza e ci sono diverse misure che si possono adottare per assicurare la protezione degli occupanti. L’adozione di un piano di sicurezza ben definito, l’installazione di sistemi di sicurezza efficaci, il controllo degli accessi, la sicurezza delle infrastrutture e il coinvolgimento della comunità sono tutte misure importanti che possono contribuire a creare un ambiente sicuro per tutti gli occupanti dell’edificio pubblico.

Impianti antintrusione gestiti da smartphone

Gli impianti antintrusione gestiti da smartphone sono diventati sempre più popolari negli ultimi anni, grazie alla loro facilità d’uso e alla flessibilità che offrono. Con un impianto di questo tipo, è possibile controllare il sistema di sicurezza della propria casa o del proprio ufficio direttamente dal proprio smartphone, anche quando si è lontani. Questo significa che si può avere il controllo totale sulla sicurezza della propria proprietà ovunque ci si trovi, in qualsiasi momento.

Le diverse tipologie di impianti antintrusione

Ci sono diversi tipi di impianti antintrusione gestiti da smartphone disponibili sul mercato. Alcuni sono dispositivi autonomi che si collegano direttamente al router Wi-Fi della propria casa o ufficio, mentre altri sono integrati in un sistema di sicurezza più ampio che utilizza una varietà di sensori e dispositivi.

Uno dei principali vantaggi di questi impianti è la capacità di personalizzarli in base alle proprie esigenze. Si possono scegliere i sensori che si desidera utilizzare, ad esempio, e programmarli per attivarsi o disattivarsi in base all’orario del giorno o alla presenza di persone all’interno della proprietà.

Le potenzialità dello smartphone

Un’altra caratteristica importante di questi impianti è la possibilità di ricevere notifiche in tempo reale direttamente sul proprio smartphone. Ad esempio, se un sensore di movimento rileva la presenza di un intruso, il sistema può inviare immediatamente una notifica al proprietario dell’impianto. Questo significa che si può reagire rapidamente in caso di emergenza, anche se non si è presenti sulla proprietà.

I sistemi antintrusione gestiti da smartphone offrono anche un alto grado di flessibilità. Ad esempio, si possono programmare diverse impostazioni per diversi membri della famiglia o del personale dell’ufficio, in modo che ognuno possa accedere al sistema solo con le proprie credenziali. Inoltre, si possono impostare diverse modalità di sicurezza, ad esempio una modalità “notte” che attiva solo i sensori più importanti durante le ore di riposo.

I possibili rischi

Nonostante tutti questi vantaggi, è importante ricordare che gli impianti antintrusione gestiti da smartphone non sono infallibili. È ancora possibile che un intruso riesca ad entrare in una proprietà, anche con un sistema di sicurezza in funzione. Tuttavia, questi impianti possono aiutare a prevenire molti tipi di intrusioni e possono fornire ai proprietari una maggiore tranquillità d’animo.

Gli impianti antintrusione gestiti da smartphone sono una soluzione conveniente e flessibile per la sicurezza della propria casa o del proprio ufficio. Offrono una vasta gamma di opzioni di personalizzazione e notifiche in tempo reale, che consentono di monitorare la sicurezza della propria proprietà ovunque ci si trovi. Tuttavia, è importante tenere presente che questi impianti non sono infallibili e che è necessario prendere altre misure di sicurezza per proteggere adeguatamente la propria proprietà.

Videosorveglianza per la sicurezza delle aree industriali

La video sorveglianza è diventata un’importante tecnologia per garantire la sicurezza delle aree industriali. Grazie ai sistemi di sorveglianza video, le imprese possono monitorare le loro aree di lavoro, prevenire il furto e proteggere i propri dipendenti e attività.

Video sorveglianza delle aree industriali: dove si usa?

La video sorveglianza può essere utilizzata in diverse aree industriali, tra cui fabbriche, magazzini, officine e parcheggi. I sistemi di sorveglianza video moderni sono dotati di telecamere di alta qualità, di capacità di registrazione e archiviazione dei dati, di funzioni di rilevamento del movimento e di notifica, di software di gestione e di accesso remoto ai dati.

Perché usare la videosorveglianza?

Una delle principali ragioni per cui le imprese utilizzano i sistemi di sorveglianza video è la prevenzione del furto. Le telecamere di sorveglianza possono essere posizionate in punti strategici per monitorare l’accesso alle aree sensibili, come le porte di ingresso, i depositi di materiale costoso, le zone di produzione, le aree di stoccaggio e di transito. In questo modo, le imprese possono rilevare attività sospette, come l’accesso non autorizzato o il trasporto di merci al di fuori dell’orario di lavoro.

Oltre alla prevenzione del furto, la videosorveglianza è anche utilizzata per la protezione dei dipendenti e dei visitatori delle aree industriali. Le telecamere possono essere posizionate in punti strategici per monitorare le aree di lavoro e prevenire incidenti sul lavoro. Inoltre, le telecamere possono fornire prove in caso di incidenti o di comportamenti inappropriati.

Sicurezza per tutti

Infine, i sistemi di sorveglianza video sono utilizzati per garantire la sicurezza generale delle aree industriali. Grazie alle funzioni di rilevamento del movimento e di notifica, le imprese possono essere avvisate immediatamente in caso di attività sospette. Inoltre, i sistemi di sorveglianza video possono essere utilizzati per monitorare i livelli di sicurezza e per identificare i punti deboli delle aree industriali.

L’importanza di questa tecnologia

La video sorveglianza è diventata una tecnologia importante per garantire la sicurezza sul luogo di lavoro. Grazie ai sistemi di sorveglianza video, le imprese possono monitorare le loro strutture, prevenire il furto e proteggere i propri dipendenti e tutta l0 attività. Tuttavia, è importante che le imprese scelgano il sistema di sorveglianza video giusto e che rispettino le leggi e le normative sulla privacy e sulla sicurezza dei dati.

Soluzioni di videosorveglianza per la sicurezza del parcheggi

Le soluzioni di videosorveglianza per la sicurezza dei parcheggi sono un importante strumento che consente di monitorare cosa succede in luoghi aperti al pubblico come garage, autolavaggi e stazionamenti.Le telecamere possono essere installate per sorvegliare una varietà di aree e monitorare tutto ciò che accade all’interno del perimetro coperto dal loro raggio. 

 

Le possibilità della videosorveglianza per i parcheggi

 

Le telecamere generalmente offrono anche la possibilità di fornire video ad alta definizione con un’ampia visione notturna fino a 12 metri con un angolo visivo di 110 gradi. Inoltre, le soluzioni di videosorveglianza consentono ai titolari dell’atticità l’accesso remoto in modalità wireless o cablata 24 ore su 24, 7 giorni su 7 con facile accesso da qualsiasi dispositivo cellulare.

 

Come le videocamere di sorveglianza aiutano a migliorare la sicurezza dei parcheggi

 

Le videocamere di sorveglianza sono una soluzione affidabile per garantire la sicurezza dei parcheggi. Le telecamere possono registrare in modo continuo tutte le attività che si svolgono all’interno del parcheggio, fornendo una valida alternativa alla sorveglianza umana. Inoltre, la registrazione delle immagini può essere utilizzata come prova in caso di reati commessi nel parcheggio e può essere consultata anche dopo gli eventi. 

 

Dal punto di vista della sicurezza, le videocamere di sorveglianza consentono ai gestori dei parcheggi di monitorare con più precisione l’area e prendere provvedimenti immediati prima che le infrazioni diventino più gravi. Queste possono anche aumentare la fiducia degli utenti nell’usare i parcheggi, poiché queste ultime hanno maggior protezione da furti e vandalismo.

 

I benefici della videosorveglianza nei parcheggi

 

Le soluzioni di videosorveglianza per i parcheggi offrono una vasta gamma di benefici a coloro che cercano maggiore sicurezza. Il monitoraggio costante delle aree di parcheggio consentirà alle persone di rilevare eventuali attività criminali e prevenire furti, vandalismo e altri comportamenti illegali. Le telecamere possono fornire informazioni utili a diverse organizzazioni per migliorare la gestione della sicurezza su larga scala. Le immagini ottenute possono anche essere utilizzate come mezzo di indagine nell’ambito delle indagini giudiziarie. L’installazione di sistemi di videosorveglianza può anche incoraggia gli automobilisti a parcheggiare in modo responsabile e contribuire ad un ambiente più sicuro e protetto.

 

Quale tecnologia di videosorveglianza è adatta a questo scopo?

 

Le soluzioni di videosorveglianza che si prestano all’utilizzo nei parcheggi sono numerose. La tecnologia più adeguata è quella che soddisfa i criteri della qualità, affidabilità e facilità di installazione. Per garantire la sorveglianza ottimale del parcheggio, le telecamere possono essere dotate di sensori termici, riconoscimento facciale e rilevamento dei movimenti per monitorare i veicoli in entrata/uscita. 

 

Inoltre, è importante scegliere una tecnologia flessibile che può evolversi nel tempo e offrire maggiore sicurezza con l’aggiunta di nuove funzionalità. Ad esempio, le telecamere IP forniscono immagini nitide con un’ampia gamma dinamica a colori e possono trasmettere video in diretta su dispositivi mobili o computer desktop per consentire il monitoraggio da remoto.

Uso della tecnologia per aumentare la sicurezza sul lavoro

L’utilizzo della tecnologia per aumentare la sicurezza sul lavoro è diventato sempre più comune negli ultimi anni. Grazie alle nuove tecnologie, le aziende possono proteggere i propri dipendenti e ridurre il rischio di incidenti sul lavoro.

 

Tecnologia per la sicurezza sul lavoro, dagli strumenti più classici…

 

Uno dei principali strumenti tecnologici utilizzati per aumentare la sicurezza sul lavoro è l’uso di dispositivi di protezione individuale (DPI) avanzati. Questi dispositivi possono includere occhiali di protezione, maschere, tute e guanti, tutti progettati per proteggere i lavoratori da lesioni e malattie sul posto di lavoro.

 

Inoltre, i sensori di sicurezza sono diventati sempre più popolari. Questi sensori possono rilevare situazioni di emergenza come incendi, esplosioni, fughe di gas e altri pericoli e attivare automaticamente sistemi di sicurezza come allarmi, porte tagliafuoco o spegnimento di macchinari.

 

… a quelli più avanzati

 

Un’altra tecnologia utile per aumentare la sicurezza sul lavoro è la sorveglianza video. Le telecamere possono essere installate in tutta l’area di lavoro per monitorare costantemente le attività dei lavoratori e rilevare eventuali situazioni pericolose. Questa tecnologia può essere particolarmente utile in aree di lavoro ad alto rischio come cantieri edili e fabbriche.

 

Infine, le aziende stanno adottando sempre più spesso l’uso di software avanzati per la gestione della sicurezza. Questi programmi possono essere utilizzati per monitorare le condizioni sul posto di lavoro, raccogliere dati e analizzarli per identificare eventuali aree di miglioramento. Inoltre, i programmi possono essere utilizzati per gestire la formazione dei dipendenti sulla sicurezza sul lavoro e per fornire informazioni in tempo reale sulle situazioni di emergenza.

 

L’importanza della sicurezza sempre al passo coi tempi

In sintesi, l’utilizzo della tecnologia può aiutare le aziende ad aumentare la sicurezza sul lavoro in modo significativo. I dispositivi di protezione individuale avanzati, i sensori di sicurezza, la sorveglianza video e il software di gestione della sicurezza sono solo alcuni esempi di tecnologie utili per proteggere i lavoratori e ridurre il rischio di incidenti sul lavoro. Tuttavia, è importante che le aziende valutino attentamente le proprie esigenze e scelgano le tecnologie più appropriate per la loro attività.

Hotspot WiFi e sicurezza: gli aspetti da tenere conto

Un hotspot WiFi è un punto di accesso wireless che consente agli utenti di connettersi a Internet utilizzando dispositivi mobili come smartphone, tablet e laptop. Gli hotspot WiFi possono essere trovati in luoghi pubblici come aeroporti, caffetterie, hotel e parchi, ma possono anche essere creati in ambienti privati come uffici o case.

Hotspot WiFi: vantaggi e comodità

La comodità di avere accesso a Internet ovunque e in qualsiasi momento è uno dei principali vantaggi degli hotspot , tuttavia, la sicurezza è un aspetto importante da considerare. Infatti, quelli pubblici possono rappresentare un rischio per la sicurezza dei dati degli utenti. I criminali informatici possono utilizzare questi punti di accesso per intercettare informazioni sensibili come le password ei dati bancari degli utenti.

Per proteggere i propri dati quando si utilizza un hotspot WiFi, ci sono alcune precauzioni da prendere. Una delle cose più importanti è evitare di effettuare transazioni finanziarie o di inserire informazioni sensibili su siti web non sicuri mentre si è connessi ad un hotspot WiFi pubblico. Inoltre, è importante utilizzare una connessione VPN (Virtual Private Network) per crittografare i dati in transito e proteggere la privacy degli utenti.

Attenzione alla sicurezza

Inoltre, è importante verificare che il nome del punto di accesso WiFi sia corretto prima di connettersi. I cyber criminali possono creare hotspot WiFi fraudolenti con nomi simili a quelli di luoghi pubblici per intercettare informazioni degli utenti. Inoltre, è importante assicurarsi che il punto di accesso WiFi utilizzi una connessione protetta, come una connessione WPA2, per proteggere i dati degli utenti.

Per gli utenti che desiderano creare un hotspot WiFi in un ambiente privato, come un ufficio o una casa, è importante configurare la sicurezza della rete nel modo appropriato. Ciò può includere l’utilizzo di un firewall per proteggere la rete da attacchi esterni, l’utilizzo di un sistema di autenticazione degli utenti per limitare l’accesso alla rete solo a determinati utenti, e l’utilizzo di crittografia per proteggere i dati in transitorio.

In sintesi, gli hotspot sono un comodo mezzo per avere accesso a Internet ovunque e in qualsiasi momento, tuttavia è importante prestare attenzione alla sicurezza dei propri dati quando si utilizzano questi punti di accesso.

Sistemi di accesso con badge:cosa sono e come funzionano

I sistemi di accesso con badge sono una forma comune di controllo degli accessi negli edifici commerciali, industriali e governativi. Essi utilizzano un badge, una tessera o un portachiavi dotato di un chip elettronico che contiene informazioni univoche per identificare un individuo e determinare se questi ha il permesso di accedere a una determinata area o a un determinato edificio.

Sistemi di accesso con badge, capire cosa sono

I badge possono essere programmati per consentire l’accesso solo a determinate aree o a determinati orari. Ad esempio, un dipendente potrebbe essere autorizzato ad accedere solo alle aree dell’ufficio in cui lavora, mentre un visitatore potrebbe essere autorizzato ad accedere solo alle aree comuni dell’edificio. Inoltre, i sistemi di accesso con badge possono essere programmati per limitare l’accesso solo a determinati giorni della settimana o a determinate ore del giorno.

Dove si possono utilizzare?

I sistemi di accesso con badge possono anche essere utilizzati per registrare le entrate e le uscite degli individui dall’edificio. Questo è utile per monitorare le presenze dei dipendenti e per tenere traccia dei visitatori. Inoltre, questi  sistemi possono essere integrati con altri sistemi di sicurezza, come le telecamere di sorveglianza, per fornire un livello di sicurezza supplementare.

Dai lettori ai dati biometrici

Questi sistemi  possono essere alimentati da una varietà di tecnologie, come i lettori di prossimità, i lettori di badge a contatto, i lettori di smart card e i lettori biometrici. I lettori di prossimità utilizzano un segnale radio per comunicare con il badge, mentre i lettori di badge a contatto richiedono che il badge sia inserito in una fessura per essere letto. I lettori di smart card utilizzano una scheda dotata di chip per archiviare informazioni, mentre i lettori biometrici utilizzano caratteristiche univoche dell’individuo, come le impronte digitali o la scansione dell’iride, per autenticare l’identità.

Una sicurezza di alto livello con i sistemi di accesso con badge

I sistemi di accesso con badge sono facili da usare e offrono un alto livello di sicurezza. essi sono utilizzati in molteplici ambienti come uffici, edifici industriali, aeroporti, alberghi e molte altre strutture per garantire un accesso controllato e sicuro. Inoltre, essi possono essere facilmente integrati con altri sistemi di sicurezza, come le telecamere di sorveglianza dei sistemi di allarme, per fornire un livello di sicurezza integrato.

Le certificazioni per gli impianti di videosorveglianza

Le certificazioni per gli impianti di videosorveglianza sono una serie di standard e procedure che garantiscono che questi vengano installati, configurati e utilizzati  in modo corretto e sicuro. Queste certificazioni sono rilasciate da enti indipendenti che hanno il compito di verificare che gli impianti di videosorveglianza soddisfino determinati requisiti tecnici e normativi.

 

Certificazione per gli impianti di videosorveglianza: perché sono importanti?

Le certificazioni per gli impianti di videosorveglianza sono molto importanti sia per chi li installa che per chi li utilizza. Per gli installatori, le certificazioni rappresentano una garanzia di qualità e professionalità, poiché dimostrano che hanno seguito tutte le procedure necessarie per installare gli impianti in modo corretto. Per gli utilizzatori, le certificazioni sono importanti perché assicurare che gli impianti di videosorveglianza siano in grado di svolgere la loro funzione in modo efficace e sicuro.

 

Chi rilascia le certificazioni?

Le certificazioni per gli impianti di videosorveglianza sono rilasciate a livello nazionale e internazionale. A livello nazionale, le certificazioni sono rilasciate da enti di certificazione accreditati dallo Stato, come ad esempio il Ministero dello Sviluppo Economico o il Ministero dell’Interno. A livello internazionale, le certificazioni sono rilasciate da enti di certificazione riconosciuti a livello globale, come ad esempio l’International Organization for Standardization (ISO).

 

Criteri e standard normativi

Le certificazioni per gli impianti di videosorveglianza sono basate su standard tecnici e normativi specifici. Ad esempio, gli impianti  devono essere in grado di fornire immagini di alta qualità, devono essere protetti contro la manipolazione o il sabotaggio e devono rispettare le leggi sulla privacy. Inoltre, gli impianti di videosorveglianza devono essere installati e configurati in modo tale da garantire la sicurezza dei dati raccolti e trasmessi.

 

Le verifiche da effettuare prima del rilascio della certificazione

Le certificazioni per gli impianti di videosorveglianza sono rilasciate solo dopo un’attenta verifica da parte degli enti di certificazione. Questa verifica può includere test di laboratorio, ispezioni sul campo e valutazioni dei sistemi di gestione della qualità. Una volta ottenuta la certificazione, gli impianti  devono essere sottoposti a verifiche periodiche per garantire che continuino a soddisfare i requisiti

Bonus sicurezza 2023/2024, come si ottiene e cosa copre

Il Bonus Sicurezza 2023 / 2024 fa parte della “grande famiglia” dei bonus fiscali che lo stato italiano garantisce. Di cosa si tratta? Come si ottiene? Quando nasce? Tante domande per andare a scoprire questo incentivo.

Bonus Sicurezza 2023 – 2024: cos’è?

Il bonus sicurezza è una misura prevista dal governo per incentivare gli investimenti in materia di sicurezza. Si tratta di un contributo finanziario che viene riconosciuto per eseguire i lavori che comportano l’miplementazione di misure come porte blindate sistemi di antifurto, allarmi e videosorveglianza. Tutto ciò deve ovviamente essere compreso all’interno di un massimo di spesa che può ammontare fino a 96.000 euro.

Come viene erogato?

Il bonus sicurezza 2023, prolungato fino al 31/12/24, una volta concesso, viene erogato annualmente attraverso una detrazione Irpef venendo ripartito in 10 quote annuali di pari importo.

Chi può richiederlo?

Chi può beneficiare del bonus sicurezza? All’interno della lista rientrano i proprietari dell’immobile al pari di tutti coloro che hanno un diritto reale sull’immobile come usufrutto, uso, abitazione. A loro si aggiungono anche Soggetti locatari e comodatari, soci di cooperative, familiare convivente del soggetto che ha la proprietà dell’immobile,coniuge, anche separato, del soggetto che ha la proprietà dell’immobile,convivente del soggetto proprietario dell’immobile.

Quali implementazioni rientrano nel bonus sicurezza?

Acquisto e istallazione di impianti di sicurezza rientrano a pieno titolo all’interno dei parametri per accedere a questo bonus che si rifà direttamente agli interventi che coinvolgono direttamente l’immobile in materia di sistemi antifrto e videosorveglianza.

 Tra questi emergono: 

  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici;
  • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione;
  • porte blindate o rinforzate;
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • apposizione di saracinesche;
  • tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • vetri antisfondamento;
  • casseforti a muro;
  • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati;
  • apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline.

Perché è importante?

Il bonus sicurezza è una misura importante per incentivare ad investire in materia di sicurezza.