Bonus sicurezza 2023/2024, come si ottiene e cosa rientra nell’incentivo

Bonus sicurezza 2023/2024, come si ottiene e cosa rientra nell’incentivo

Il Bonus Sicurezza 2023 / 2024 fa parte della “grande famiglia” dei bonus fiscali che lo stato italiano garantisce. Di cosa si tratta? Come si ottiene? Quando nasce? Tante domande per andare a scoprire questo incentivo.

Bonus Sicurezza 2023 – 2024: cos’è?

Il bonus sicurezza è una misura prevista dal governo per incentivare gli investimenti in materia di sicurezza. Si tratta di un contributo finanziario che viene riconosciuto per eseguire i lavori che comportano l’miplementazione di misure come porte blindate sistemi di antifurto, allarmi e videosorveglianza. Tutto ciò deve ovviamente essere compreso all’interno di un massimo di spesa che può ammontare fino a 96.000 euro.

Come viene erogato?

Il bonus sicurezza 2023, prolungato fino al 31/12/24, una volta concesso, viene erogato annualmente attraverso una detrazione Irpef venendo ripartito in 10 quote annuali di pari importo.

Chi può richiederlo?

Chi può beneficiare del bonus sicurezza? All’interno della lista rientrano i proprietari dell’immobile al pari di tutti coloro che hanno un diritto reale sull’immobile come usufrutto, uso, abitazione. A loro si aggiungono anche Soggetti locatari e comodatari, soci di cooperative, familiare convivente del soggetto che ha la proprietà dell’immobile,coniuge, anche separato, del soggetto che ha la proprietà dell’immobile,convivente del soggetto proprietario dell’immobile.

Quali implementazioni rientrano nel bonus sicurezza?

Acquisto e istallazione di impianti di sicurezza rientrano a pieno titolo all’interno dei parametri per accedere a questo bonus che si rifà direttamente agli interventi che coinvolgono direttamente l’immobile in materia di sistemi antifrto e videosorveglianza.

 Tra questi emergono: 

  • rafforzamento, sostituzione o installazione di cancellate o recinzioni murarie degli edifici;
  • apposizione di grate sulle finestre o loro sostituzione;
  • porte blindate o rinforzate;
  • apposizione o sostituzione di serrature, lucchetti, catenacci, spioncini;
  • installazione di rilevatori di apertura e di effrazione sui serramenti;
  • apposizione di saracinesche;
  • tapparelle metalliche con bloccaggi;
  • vetri antisfondamento;
  • casseforti a muro;
  • fotocamere o cineprese collegate con centri di vigilanza privati;
  • apparecchi rilevatori di prevenzione antifurto e relative centraline.

Perché è importante?

Il bonus sicurezza è una misura importante per incentivare ad investire in materia di sicurezza. 

Estero.

Esposizione
Universale
quotidiana.


Warning: Illegal string offset 'slug' in /web/htdocs/www.seti-telecom.com/home/wp-content/themes/avcommunication/inc/customizer.php on line 101

sicurezza

Sistemi di accesso con badge, cosa sono e come funzionano

I sistemi di accesso con badge sono una forma c...

sicurezza

Le certificazioni per gli impianti di videosorveglianza

Le certificazioni per gli impianti di videosorv...